CLEMI TEDESCHI

Coordinatrice didattica dell'Associazione italiana pedagogia yoga e responsabile dei programmi per l'età evolutiva Yoga per Crescere e di yoga e riequilibrio posturale-energetico Samatva riconosciuti da Csen/Coni.
 Insegnante della scuola primaria dal 1978, si è specializzata nell'insegnamento della lingua italiana e nella conduzione di laboratori espressivi, linguistici e interculturali. Si forma come insegnante di yoga nel 1986 alla scuola di Renato Turla e Dona Holleman, e successivamente, all'ISFIY della Federazione Italiana Yoga.
 Sperimenta a partire dai primi anni '90 l'insegnamento dello yoga con le sue classi di bambini: all'interno di progetti interculturali, di laboratori di poesia e di animazione teatrale, come preparazione psico-fisica nei momenti di conflitto o come preparazione alle prove (test, verifiche, esami).

Nel 1997 fonda "Associazione Culturale L'Aura" e, dal 2000, sperimenta corsi differenziati: un corso senior (per età avanzata), un corso per future mamme e, per la prima volta, un corso completo di Yoga per bambini.
 
Dal 2001 si dedica a tutti i segmenti dell'età evolutiva, dall'infanzia all'adolescenza (collaborando con altre scuole e formando insegnanti per conto dell'Associazione L'Aura).

Grazie all'esperienza maturata dà forma a un progetto che, partendo dalle esigenze concrete di sviluppo del bambino, mira a obiettivi educativi universali, peculiari della tradizione spirituale Yoga. 
Da qui nasce "Piccolo Yoga" steso nella sua forma definitiva a fine esperienza e pubblicato da Macroedizioni nel 2002.

Nel 2003 consegue il Master per Educatori Yoga nella scuola "Yoga Educational" della Federazione Italiana Yoga e introduce ufficialmente nella scuola il progetto “Piccolo Yoga”, sperimentando nuove contaminazioni tra poesia, musica, teatro e yoga.
 Nello stesso anno, in collaborazione con la "Cooperativa La Scotta", tiene un innovativo corso di yoga per disabili
.
Grazie all'accoglienza dei bambini e al ruolo continuativo di insegnante, oggi lo yoga nelle sue classi è una pratica costante, si è diffusa nel territorio e negli altri segmenti scolastici.

Ha collaborato come docente formatrice specializzata in età evolutiva e disabilità con varie scuole di formazione fino al 2011.
 Insegnante riconosciuta dalla YANI, nel 2012 fonda con un gruppo di insegnanti l'Aipy (Associazione Italiana Pedagogia Yoga).


Stare in contatto con i bambini è come attingere alla fonte dell’eterna giovinezza.
La loro energia e la loro inesauribile curiosità alimentano costantemente in me creatività e sete di conoscenza.

Ripenso alla creazione di poesie e danze, ai corpi che giocano lo yoga e raccontano storie, alle grandiose indagini filosofiche, all'esplorazione dell'Universo, all'invenzione di spettacoli teatrali ...

Ognuno di questi momenti si compone nella mia mente come un inno all'integrazione, all'armonia, alla multiformità della vita.
Per cambiare il mondo ci vogliono uno sguardo limpido e profondo da bambini, l'energia vibrante dell'adolescenza, l'amore e l'impegno costanti di chi educa.
Lo yoga è lo strumento migliore che conosca a servizio di questo impegno di trasformazione dell'umanità e del pianeta.